Consigli per la cura delle piante

Famiglia

Famiglia

Orchidaceae

Origine

Origine

India, Birmania

Tipo pianta

Tipo pianta

Spettacolari orchidee epifite, portamento eretto, eleganti e robuste, con vistose radici pendenti e bellissimi fiori profumati dai colori attraenti

Calendario fioritura

Calendario fioritura

GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
Esposizione

Esposizione

Luce media, non al sole diretto

Terreno

Terreno

Leggero o artificiale

Irrigazione

Irrigazione

Si bagnano frequentemente nella primavera-estate (1 - 2 volte la settimana), senza creare, però, ristagni nel sottovaso; molto meno negli altri periodi.

Descrizione

Descrizione

Sono tra le orchidee più spettacolari e adatte alla coltivazione in serra o in appartamento. Vivono in natura con le radici esposte all'aria che usano per intercettare umidità e elementi nutritivi. Hanno un portamento eretto, di dimensioni variabili a seconda della specie. Le foglie possono essere nastriformi o a "cinghia", verde scuro o chiare, ricurve e di consistenza carnosa. I fiori sono bellissimi e profumati, con petali di colori vari e vistosi, spesso screziati o punteggiati di porpora, marrone o rosso. Fioriscono anche 2 volte l'anno, in autunno e in inverno.

Particolarità

Particolarità

Tra tutte le orchidee è sicuramente tra le più belle per portamento ed eleganza; i suoi fiori profumati hanno successo, anche se recisi, e utilizzati per creare originali confezioni.

Cura

Cura

TEMPERATURA: è una pianta da serra e da appartamento, quindi vive in ambienti protetti e con un tasso di umidità elevato, per tutto l'arco dell'anno. Minima di 12 gradi C, massima di 32 - 34 gradi C.
ESPOSIZIONE: Le Vanda sono orchidee fameliche di luce ma non di sole diretto, una scarsa illuminazione può compromettere la fioritura. In casa può essere tenuta in ambienti luminosi e caldi, ma assicurarsi che l'aria non sia troppo secca e nel caso mettere umidificatori sui radiatori.
SUBSTRATO: le sue esigenze sono minime, le piante epifite si accontentano di un contenitore con del materiale fibroso (trucioli di sughero, torba o osmunda) e una parte di materiale poroso (sfagno e/o muschio). L'aria deve circolare tra le radici.
CONCIMAZIONE: concimare con fertilizzanti liquidi specifici, nel periodo di sviluppo vegetativo.
POTATURA: rimuovere gli scapi, che hanno fiorito.
RINVASO: si effettua ogni 2 - 4 anni in marzo, nel periodo successivo alla fioritura. Usare vasi con diametri appena superiori ai precedenti.

Impieghi

Impieghi

Orchidea coltivata esclusivamente in vaso e utilizzata in luoghi chiusi, come appartamenti, uffici o in serra.

Acqua

Acqua

In estate bagnare spesso, ogni 2-3 giorni. Evitare ristagni