Consigli per la cura delle piante

Famiglia

Famiglia

CAPIFOLIACEAE

Origine

Origine

PAESI MEDITERRANEI

Tipo pianta

Tipo pianta

ARBUSTO VIGOROSO E SEMPREVERDE

Calendario fioritura

Calendario fioritura

GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
Calendario maturazione

Calendario maturazione

GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
Esposizione

Esposizione

PIENO SOLE, MEZZ'OMBRA

Irrigazione

Irrigazione

Pianta poco esigente, tollera brevi periodi di siccità, ma non i ristagni idrici.
Se viene coltivata in vaso, evitare di lasciare l'acqua nel sottovaso, che provoca asfissia radicale e la conseguente morte della pianta. In generale, in estate irrigare almeno 1 volta a settimana, molto meno negli altri periodi.

Descrizione

Descrizione

Il genere Viburnum comprende arbusti a foglia persistente o a foglia caduca, con un'altezza che mediamente è di 1-3 m, anche se esistono varietà di forma nana ed altre che raggiungono i 4 m. Foglie per lo più ovali, color verde scuro, lucide. In alcune specie caducifoglie, il colore autunnale delle foglie (rosso, bronzo, ecc.) ha valore ornamentale. I fiori, campanulati, sono di colore rosa o bianco, talvolta profumati, riuniti in infiorescenze più o meno appiattite. Melliferi. La fioritura avviene nel periodo aprile-giugno; esistono specie con fioritura nel periodo settembre-novembre o addirittura in pieno inverno. I frutti sono drupe tondeggianti od ovoidali, di colore rosso, blu scuro o nere.

Cura

Cura

ESPOSIZIONE: pianta adatta a stare all'esterno sia in vaso che in piena terra, predilige posizioni di pieno sole, ma si adatta bene anche in mezza ombra.
TEMPERATURA: pianta rustica, sopporta bene sia il caldo che il freddo. Solo un freddo molto intenso e prolungato (maggiore di 10°C sotto zero) può causargli danni.
POTATURA: tra i viburni esistono piante e varietà adatte a creare siepi e quindi può essere potata per dare forma alla siepe. Molte altre varietà vengono allevate come esemplari singoli e in forma libera e quindi non richiedono potature specifiche, ma le tollerano senza problemi, nei periodi adatti (solitamente fine inverno e autunno).
SUBSTRATO: in contenitore utilizzare terreno universale e garantire un buon drenaggio.
RINVASO: di solito si coltiva in cassette e si rinvasa, non aumentando le dimensioni del contenitore, ma rinnovando il terreno ed effettuando una potatura delle radici e della chioma. Ogni 2-3 anni.