Consigli per la cura delle piante

Famiglia

Famiglia

Salicaceae

Origine

Origine

Europa Centro-sud

Tipo pianta

Tipo pianta

Albero, a foglia caduca, altezza 15-25 m (Latifoglia)

Esposizione

Esposizione

Pieno sole o mezz'ombra

Irrigazione

Irrigazione

Richiede un umidità costante del terreno solo nel periodo estivo.

Descrizione

Descrizione

Albero (latifoglia) a foglia decidua, rustico, di grandi dimensioni (può raggiungere 15-25 m di altezza ed un'ampiezza di chioma di una decina di m ) con tronco diritto e spesso cespitoso e corteccia squamata di colore grigiastro. I rami hanno portamento eretto e la chioma è piuttosto irregolare e poco compatta. Le foglie sono allungate (fino a 10 cm ), lanceolate, denticolate, di colore verde-grigiastro nella pagina superiore e biancastro in quella inferiore (da ciò deriva il nome comune di salice bianco). I fiori, portati separatamente su piante diverse, sono riuniti in infiorescenze pendule (amenti) che compaiono nel periodo primaverile ma non rivestono importanza ornamentale.

Particolarità

Particolarità

La specie viene usata per l'abbondante produzione di "vimini", tralci adatti alla legatura delle viti e alla produzione di cesteria ecc. Industrialmente, la pianta è utilizzata per il legno, adatto per cassette e imballaggi.

Cura

Cura

TEMPERATURA: resiste al freddo intenso purché non prolungato, tollera temperature fina a -10°C. circa.
SUBSTRATO: universale.
CONCIMAZIONE: in primavera somministrare un concime bilanciato a lento rilascio.
POTATURA: resiste bene alle potature che si effettuano a fine inverno eliminando gran parte dei rami. La pianta rivegeta senza problemi.

Impieghi

Impieghi

Può essere usata come esemplare singolo o in gruppi soprattutto nelle zone ricche di acqua (in vicinanza di fossi, laghetti, stagni). Risultano adatti i grandi parchi ove le piante hanno modo di svilupparsi appieno.

Acqua

Acqua

Molta in estate