Consigli per la cura delle piante

Famiglia

Famiglia

ARACEAE

Origine

Origine

AFRICA DEL SUD

Tipo pianta

Tipo pianta

PERENNE, RIZOMATOSA, SEMPREVERDE, ALTA 1 M, DIAM. 0,50 M

Calendario fioritura

Calendario fioritura

GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
Esposizione

Esposizione

PIENO SOLE O MEZZ'OMBRA

Irrigazione

Irrigazione

Durante il periodo della fioritura si bagna abbondantemente, dopo si diradano le annaffiature e si aspetta che le foglie diventino completamente gialle per sospenderle del tutto fino alla fine dell'inverno successivo.

Descrizione

Descrizione

Pianta tuberosa, sempreverde nei climi con inverni miti, apprezzata e coltivata per i suoi steli fioriferi detti 'calle'. E' una pianta dal portamento eretto, che raggiunge un'altezza e un diametro massimo di 1 m e che puo' essere coltivata sia direttamente in giardino che in vaso. I suoi fiori sono costituiti da un'infiorescenza a spadice avvolta da una grande brattea (o spata) ad imbuto di colore GIALLO; il tutto e' sorretto da un lungo stelo eretto senza foglie, verde scuro e cavo all'interno. Il fiore della Zantedeschia Elliottiana si presenta piu' stretto e meno slabbrato rispetto alla sua affine Z. Aethiopica. Le foglie si dipartono direttamente dal rizoma, sono molto grandi e hanno forma lanceolata appuntita o cuoriforme, di un bel colore verde intenso con piccole macchie color giallo o argento sulla pagina superiore, che le rendono molto ornamentali; sono persistenti solo nelle zone temperato-calde.

Cura

Cura

TEMPERATURA: le calle vivono bene nelle zone a clima invernale mite, il loro habitat naturale sono le zone prospicenti laghi e ruscelli. Coltivate in vaso, riescono a vivere per lunghi periodi anche in ambienti chiusi, purche' luminosi. Si tratta di una pianta sensibile al freddo che deve essere riparata, se le temperature scendono sotto i 5/7 ° C.
ESPOSIZIONE: tollera sia il sole diretto che la mezz'ombra.
SUBSTRATO: ama i terreni fertili, umidi e quelli di origine organica. Riesce a svilupparsi anche in 15/30 cm d'acqua come una vera e propria pianta acquatica. Coltivata in vaso, esige un substrato misto di terra da giardino e torba.
CONCIMAZIONE: si consiglia una concimazione invernale a base di potassio e fosforo a basso contenuto di azoto.
INTERVENTI COLTURALI: non si segnalano interventi colturali particolari, ma si consiglia, in quelle zone a clima invernale freddo, di coltivarla in vaso per poterla portare a riparo ed evitare così danni ai rizomi.
La coltivazione in vaso e' un metodo di sicuro successo per questo tipo di pianta, l'importante e' usare un substrato ricco di sostanza organica (torba) e mantenerlo umido per tutto il periodo vegetativo e della fioritura.