Consigli per la cura delle piante

Famiglia

Famiglia

POLYPODIACEAE

Origine

Origine

AUSTRALIA

Tipo pianta

Tipo pianta

PIANTA EPIFITA, TROPICALE, CON FOGLIE PELOSE E A FORMA DI CORNA DI ALCE

Esposizione

Esposizione

MEZZA OMBRA, NON AL SOLE DIRETTO

Irrigazione

Irrigazione

Il Platicerium non richiede frequenti innaffiature; e' sufficiente irrigare una volta ogni 8-10 giorni. E' piu' importante far si' che l'aria non sia troppo secca, questo in funzione del fatto che il Platicerium viene tenuto in alto su mensole o appeso, ove l'aria secca si concentra di piu'. Aggiungere umidificatori ai termosifoni.

Descrizione

Descrizione

Pianta epifita, con radici scarsamente sviluppate e due tipi di foglie. Le grandi foglie piatte di base, che coprono interamente le radici, sono, dapprima, di un verde vivo e poi diventano brune e coriacee. Esse rimangono sulla pianta, dopo essere seccate, e contribuiscono alla formazione dell'humus, di cui vive in gran parte la pianta. Dal centro di accrescimento di queste foglie sterili si formano le foglie fertili a forma di corna di alce. Queste foglie possono portare spore, che possono raggiungere la lunghezza di 1 metro. Le foglie sono coperte di scaglie biancastre e sono molto sensibili alle gocce d'acqua.

Cura

Cura

SUBSTRATO: torba o sfagno con foglie od anche corteccia di pino sbriciolata. Essendo una pianta epifita, necessita di poco terreno.
ESPOSIZIONE: non richiede molta luce per crescere e, soprattutto, non sopporta i raggi diretti del sole. Si adatta bene a stare appesa vicino ad una finestra.
TEMPERATURA: non sopporta il freddo. La temperatura letale e' circa 10° C. Inoltre, non sopporta l'aria eccessivamente secca, cosa dalla quale spesso e' danneggiata in appartamento. Attenzione alle correnti d'aria.
CONCIMAZIONE: non e' molto esigente per la concimazione, in quanto ricava molte sostanze dalla decomposizione del substrato. Si consiglia di concimare perlomeno 2 volte l'anno, con un fertilizzante liquido complesso.
RINVASO: difficilmente si rende necessario, proprio per lo scarso sviluppo radicale. Comunque, in caso di necessita', si consiglia di non esagerare con l'aumento del diametro del vaso.