Consigli per la cura delle piante

Famiglia

Famiglia

ROSACEAE

Origine

Origine

AMERICA

Tipo pianta

Tipo pianta

ALBERO DA FRUTTO, PORTAMENTO ERETTO E ESPANSO

Calendario fioritura

Calendario fioritura

GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
Calendario maturazione

Calendario maturazione

GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
Esposizione

Esposizione

PIENO SOLE

Irrigazione

Irrigazione

Il melo vuole sempre una certa umidità nel terreno e non sopporta a lungo condizioni di siccità. Occorre quindi intervenire con delle irrigazioni. Nella coltivazione in vaso l'irrigazione è fondamentale.
Per avere frutti più saporiti è però consigliato rallentare l'irrigazione nel mese antecedente la maturazione delle mele. Curare molto bene anche il drenaggio.

Descrizione

Descrizione

Pianta a maturazione tardiva con il consumo che inizia almeno un mese dopo la sua raccolta, nella seconda decade di ottobre. La pianta presenta elevata vigoria. Il suo portamento inizialmente assurgente si espande nel corso del tempo. L'entrata in produzione è abbastanza rapida, e la produttività risulta buona e costante, soprattutto quando sono presenti impollinatori abbondanti.
Il frutto è di medie dimensioni, ha forma sferoidale e un aspetto inconfondibile per tipologia e qualità. La sua buccia, di colore verde, è lievemente ondulata e cerosa. La polpa è croccante, succosa e acidula, regalando un gradevole sapore.

Cura

Cura

TEMPERATURA : il melo è una pianta che ben resiste alle temperature fredde. In generale predilige ambienti e collocazioni fresche non caratterizzate da temperature estive torride.
ESPOSIZIONE : pieno sole.
MESSA A DIMORA :Il melo si pianta in autunno o in primavera utilizzando soggetti innestati da 1-3 anni. Il punto di innesto deve essere posto almeno 5 cm sopra il livello del terreno per evitare che la pianta possa affrancarsi, cioe' emettere radici al di sopra del punto di innesto.
POTATURA: La potatura deve essere effettuata ricordando che i frutti si formano sia sui rami di due o piu' anni, sia sui rami di un anno.
CONCIMAZIONE: nei primi anni dall'impianto sono importanti le concimazioni azotate. In seguito occorre concimare 2 volte l'anno: a fine estate e ad inizio primavera con concimi complessi ricchi di microelementi.
SUBSTRATO: in generale terriccio universale, ricco di sostanza organica, ben drenato. Si può utilizzare anche per la coltivazione in vaso specie per le varietà "nane".
RINVASO: si rinvasa ogni 2 anni sostituendo la maggior parte del terreno.